Market-Driven? Cosa Significa?

Una Storiella* …

Un giorno un brillante ingegnere ed architetto del software, Paolo, lascio’ il suo lavoro per lavorare a tempo pieno sulla sua idea innovativa. Paolo creo’ un prodotto di cui ha profonda certezza che a molti interessasse.
Paolo aveva ragione.
L’azienda cresce, assume ex colleghi come VP di questo e di quello. L’azienda cresce ancora
Un giorno Luigi, VP of Sales disse: “ma noi siano Technology-Driven. Dovremmo essere Customer-Driven!”
La cosa suono’ bene,  e cosi’ si fece.
Eccetto che… per ogni nuovo cliente bisognava fare un progetto speciale e sviluppare/mettere in roadmap 10 nuove funzionalita’ richieste dallo stesso. La voce del’ultimo cliente dominava sempre il piano del prodotto. In altre parole: Customer-Driven = latest-customer-driven
“Ma no, cosi’ non va! urlarono in molti.
Un membro illuminato della proprieta’, Enrico,  tuono’: “Siamo diventati una Sales-Led company. Basta. Dobbiamo essere Marketing-Driven!”
Venne quindi deciso di assumere un Top Marketing Executive. Fu presa Amelie come VP of marketing. Ed ecco un nuovo scintillante logo, tradeshows con un booth impressionante,  eventi spettacolari con gran folla ed awards, brand impeccabile, grande raccolta di collateral, brochures, logo su ogni t-shirt etc.
Un anno e 3 mesi dopo…zero incremento nelle vendite. “Eh, il brand! Te lo do io il Brand” era la battuta ricorrente. [Niente da dire su Amelie ed il Brand. Le e’ stato chiesto l’impossibile. Lo vedrermo in un altro post, ndr]
Allora il CFO, che fino a quel momento era stato zitto, sussurro’ nell’orecchio del CEO: “non e’ ora che controlliamo un po’ i costi?”
Quindi l’azienda divento’ Cost-Driven
Vennero tagliati viaggi, cene premio, supporto, bonus etc.
E il marketing? Cosa fanno esattamente?” Chiese il CFO al CEO
Nessuno ebbe una buona risposta e quindi tagliarono tutto il team.
Alla fine il presidente e Paolo il fondatore dissero:
Siamo partiti engineering-driven
 Poi Customer-driven
  Poi Sales-Led
   Poi Marketing-Driven
    Poi Cost-Driven
Le abbiamo provate tutte!
… E’ ora di tornare Engineering-driven!
E cosi’ fecero …

Finche’ un giorno qualcuno disse:

Ma perche’ non diventiamo Market-Driven?

Cioe’ perche’ non ascoltiamo il mercato invece che solo noi stessi?

Questo e’ quello che Market-Driven significa:
  1. Definire soluzioni basate su quello che il mercato vuole acquistare perche’ tali soluzioni rispondono ad esigenze urgenti, pervasive e critiche. Sintonizzatevi sul mercato!
  2. Per Buyers (che hanno tali esigenze e potere di budget). Sintonizzatevi sui buyers.
  3. Non e’ essere guidati da cio’ che gia’ abbiamo in casa. Spegnete Radio Prodotto (almeno per un po’). Spegnete “Radio Meetings”
Le aziende di successo sanno che il marketing non e’ solo promozione e pubblicita’. I leaders di settore prima si focalizano su problemi irrisolti del mercato che possono essere risolti tramita la loro tecnologia (non partono dalla tecnologia!)
Questi leaders sono orgarizzati secondo un flusso entrante (inbound marketing) cioe’ capire problemi che il mercato ha e chi sono i buyers, e anche uscente (outboud marketing) che e’ la parte piu’ tradizionalmente vista come “marketing”che include sia su strategie di “go to market” e di comunicazione ma che verte su un modo di comunicare e vendere che risuona col buyer.
3 Errori classicissimi:
  1. Supporre che dipendenti e collaboratori interni conoscano meglio  dei buyers quello che i buyers stessi vogliono.
  2. Basare prodotti e servizi solo su quello che chiedono gli attuali clienti invece di andare fuori dall’ufficio a capire quali sono i problemi irrisolti che altre persone reali sono disposte a pagare per vedere risolti.
  3. Cercare di creare un bisogno nel mercato attraverso il reclutamento di un esercito di spietati venditori e di costose campagne pubblicitarie.

Uscite dall’ufficio e imparate a conoscere i vostri buyers ed i loro problemi e modellate il tutto tramite la chiave di tutto: Le Buyer Personas – ok questo richiede competenza e abilita’ particolari, ma ve lo posso insegnare io 🙂“…Ma non e’ facile staccarsi dal prodotto ed andare fuori ad ascoltare, intervistare, filtrare, sintetizzare, iterare. E poi chi lo fa?”

Market-Driven e’ la scelta piu’ pratica e funzionale per il successo di qualsiasi iniziativa che ha a che fare con un mercato
Modellare business, prodotti e soluzioni tramite Buyer and User Personas rende le cose semplici ed immediate.

Non c’e’ mica scelta! I ruoli che tipicamente hanno tale responsabilita’ sono Product Marketing e Product Management. Almeno nelle aziende ben organizzate.

Ma se non li avete non temete. Qualcuno sta gia’ facendo quello che avrebbero dovuto fare loro. La domanda e’: “Come?” oppure “Con che risultati?”.

*  Storia liberamente tratta da un articolo di Steve Johnson, Pragmaticmarketing.com
Annunci

8 thoughts on “Market-Driven? Cosa Significa?

    • Grazie. L’importante e’ che ci si possa fare qualcosa. Non che tutto debba cambiare all’istante, ma ispirare persone e’ sempre possibile con i metodi giusti. A me e’ capitato molto spesso, non e’ divertente ma possibile. E da li’ in poi e’ tutto in discesa (e i top managers apprezzano molto).

  1. Pingback: Market-Driven? Cosa Significa? | Direct Marketing System

  2. Pingback: Smettiamola di profumare il MAIALE! | Crystal-ize

  3. Pingback: Changing things for the Better | Crystal-ize

  4. Pingback: A Market-Driven Manifesto for Product Development | MARKET-DRIVEN

  5. Pingback: A Market-Driven Manifesto for Product Teams | MARKET-DRIVEN

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...